Svegliatevi dal sonno!

Il 5 novembre siete tutti invitati al pranzo sociale del Centro Sociale Cascinese! Prezzo popolarissimo (10 euro), cucina casalinga e concerto di CONTROcanto pisano con le canzoni della tradizione popolare toscana.

Per info e prenotazioni 339 4491802 (Raffaella)

28 ottobre: l’antifascismo marcia… e canta!

95 anni fa i fascisti marciarono su Roma con l’intento di istituzionalizzare la loro ideologia di violenza e morte. Oggi qualcuno tenta di riportare indietro l’orologio della storia per ricostituire un’Italia incivile, del razzismo e dello squadrismo: all’annuncio di Forza Nuova di voler organizzare, in quel giorno infausto, una “marcia dei patrioti”, l’ANPI ha chiesto con fermezza alle Autorità preposte di impedire l’iniziativa e ha ravvisato la necessità di promuovere, su tutto il territorio nazionale, iniziative per “ricordare e far conoscere il contenuto ed il significato di una data che noi consideriamo fra le più nefaste, di evidenziare la nostra contrarietà non solo al fascismo che si richiama a quello del tragico ventennio, ma anche a tutte le forme in cui i nuovi fascisti si stanno manifestando”.

Siamo orgogliosi di dare il nostro contributo all’iniziativa promossa dalla Sezione ANPI di Cascina: vi aspettiamo sabato 28 ottobre alle 9.30!

Voce civile

“Voce civile. L’impegno nella canzone” è un concerto-spettacolo ad ingresso gratuito tra canzone d’autore, poesia e contaminazioni musicali e letterarie, un viaggio evolutivo aperto ad incontri e partecipazioni straordinarie di musicisti ed attori ospiti.
Il concerto ripercorrerà la storia del canto sociale pescando a piene mani dal ricco repertorio di autori e interpreti appartenenti a realtà ed epoche differenti in modo da delineare un quadro eterogeneo esplicativo del complesso panorama musicale impegnato italiano. Una canzone che per le idee e i sentimenti che promuove, il clima culturale che nutre e di cui si nutre, l’ideologia complessiva di cui è parte e che trasmette, può essere occasione di maturazione in senso democratico e antifascista e sviluppare uno spirito critico che ci renda capaci di esplorare autonomamente una alterità culturale.

Citiamo la presentazione di questo bell’evento che CONTROcanto pisano non poteva certo mancare. Vi aspettiamo!

CONTROcanto per il popolo Saharawi

Con grande piacere vi comunichiamo che daremo il nostro contributo venerdì 23 giugno p.v. alla cena organizzata da ARCI 690 Onlus Progetto Saharawi Cascina che si svolgerà  presso lo Spazio Feste in via Ciro Menotti a Latignano.

Potete trovare tutte le informazioni necessarie al questo link.

Vi aspettiamo!

Prima Giornata nazionale dell’Antifascismo

In Italia e nel mondo si intensifica la minaccia neofascista. Accanto i saluti romani ed alla nostalgia per il ventennio, si manifestano in maniera preoccupante i segni premonitori del fascismo di sempre: gli egoismi, la xenofobia, il razzismo, l’invocazione dell’uomo forte.
Questo fenomeno deve essere combattuto sul piano del contrasto giuridico, sociale, culturale. Occorre costruire gli antidoti contrapponendo i valori della Costituzione nata dalla Resistenza.
Per concorrere a costruire nel Paese una diffusa consapevolezza dei rischi che stiamo correndo, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia ha lanciato la “Giornata dell’Antifascismo”. Sabato 27 maggio, in tutte le località dove l’Associazione è presente, ci saranno iniziative, anche simboliche, per diffondere il radicamento della cultura antifascista.

A Cascina è stata organizzata questa bella iniziativa, insieme agli studenti delle Superiori.

Sarà un piacere ed un onore per CONTROcanto essere presente!

La nostra terza festa!

Dopo le felici esperienze degli anni passati, vogliamo ribadire…

Tutte e tutti possono venire a mangiare, bere e cantare con noi – naturalmente, se ci fate sapere in anticipo che parteciperete, possiamo organizzarci meglio. Per arrivare al circolo potete fare riferimento a questa mappa:

Vi aspettiamo numerosi!

Una festa per la biblioteca, una biblioteca in festa

Come lo scorso anno, siamo onorati di dare il nostro piccolo contributo alla festa della Biblioteca Franco Serantini, che così tanto fa (e con così pochi mezzi) per trasmettere alle future generazioni una buona parte della storia e della memoria del nostro territorio, in un luogo – il Teatro Rossi Aperto – che possiamo dire senza tema di smentite che faccia altrettanto, seppure in un ambito differente.

Il programma quest’anno è particolarmente ricco perché il TRA e la BFS invitano tutte e tutti a festeggiare insieme una doppia liberazione: il 25 aprile 1945 che mise fine al nazifascismo in Italia; il 25 aprile 1974 che in Portogallo vide la Rivoluzione dei garofani abbattere il cinquantennale regime fascista di Salazar. Con l’auspicio di liberarci da angherie e oppressori con una lunga giornata di incontro e festa…

Ore 17:30 — presentazione del libro di Massimiliano Bacchiet Riglione. “Questa centrale e laboriosa borgata”. Vita sociale e politica 1861-1948, edizioni BFS. Con Massimiliano Bacchiet e Franco Bertolucci

a seguire — aperitivo buffet con interventi canori del CONTROCanto Pisano

ore 20:30 — Parole d’anarchia e libertà, spettacolo teatrale di Dewey 780 (Francesco Cerrai e William Busdraghi)

ore 21:30 – concerto dei Cantiga Caracol, con letture da Nuove lettere portoghesi / Novas cartas Portuguesas a cura di Nicola Moscardi e Daniela Scarpari

VI ASPETTIAMO il 24 aprile a partire dalle 17.30  in Via Collegio Ricci, 1. (Angolo Piazza Carrara), di fronte all’ingresso posteriore di Palazzo Ricci (Facoltà di Lettere).